News

Continuano gli incontri di prevenzione di “Oltre le Barriere” progetto sociosanitario avviato dalla Cooperativa sociale L’Opera di un Altro di Sala Consilina e sostenuto da Fondazione con il Sud.

Prossimo appuntamento Mercoledì 13 marzo 2024 alle ore 17  presso il Cine Teatro Totò a Sassano (SA) con l’incontro “Assistenza Domiciliare – La presa in carico delle persone fragili”.

«Tra le azioni progettuali- spiega Domenico D’Amato presidente della Coop. L’Opera di un Altro- portiamo avanti con la Cooperativa sociale Tertium Millennium e il Consorzio sociale Vallo di Diano Tanagro e Alburni l’assistenza domiciliare. Questo servizio prevede la presa in carico di persone del territorio dell’Ambito S10 che necessitano di continuità assistenziale».

 L’incontro vede i saluti del Sindaco di Sassano Domenico Rubino, di Antonello Calandriello Presidente della Cooperativa sociale Tertium Millennium e di Antonio Florio Direttore del Consorzio sociale Vallo di Diano Tanagro e Alburni Ambito S10.

 

A seguire, Monica Capolupo, sociologa, illustrerà il lavoro svolto nell’ambito del progetto “Oltre le Barriere” dalla Cooperativa sociale Tertium Millennium: il servizio di assistenza domiciliare, il numero delle prese in carico e dei trasporti solidali effettuati presso ambulatori ed ospedali della Campania.  L’intervento sarà accompagnato dalla lettura di una testimonianza di un familiare di una persona anziana inserita nella rete dell’assistenza domiciliare.

L’incontro vedrà inoltre gli interventi di Antonio Mastrangelo, RN MSc che relazionerà su “Fragilità e Cronicità- Le nuove sfide del sistema salute” e Matteo Altavilla PHd Student, RN, MSc che affronterà “Il Fenomeno Diadico, il setting domiciliare e la cura di prossimità”

Le conclusioni sono affidate al consigliere regionale Tommaso Pellegrino.

« Il nostro ruolo di enti del terzo settore –afferma Antonello Calandriello presidente della Coop. Tertium Millennium- ci impone di riflettere sul tema della “fragilità” e sui modelli di gestione da adottare per rispondere insieme a tutta la rete sociosanitaria ai bisogni di salute della popolazione anziana e non solo. Invitiamo a partecipare all’incontro la cittadinanza ma soprattutto caregiver, operatori sociosanitari e tutti coloro che sono coinvolti nell’assistenza domiciliare di una persona non autosufficiente o con fragilità»

Il Progetto Oltre le Barriere, progetto di contrasto alle povertà sanitarie attuato da aprile 2022 sul territorio dei 19 comuni dell’Ambito S10, prevede in partenariato con il Consorzio sociale Vallo di Diano-Tanagro e Alburni, l’Asl di Salerno, le Cooperative sociali Tertium Millennium e Il Sentiero, una serie di azioni quali l’ambulatorio solidale ubicato a Sant’Arsenio in Località San Vito, lo Sportello di orientamento socio – sanitario, la Raccolta Farmaci, il trasporto solidale ed incontri di prevenzione primaria e secondaria.

 Numero Verde 800 134 010 attivo il martedì e il venerdì dalle ore 9 alle ore 13.

Per info: www.operadiunaltro.com

 

 

 

 

Stefania Marino

Responsabile Comunicazione Oltre le Barriere

0

News

Save The Date.! Sabato 18 Novembre  è la 27ª Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.  Un appuntamento di condivisione e solidarietà promosso dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus in tutta Italia, che si rinnova sul territorio del Vallo di Diano da un ventennio e che vede oggi  in prima fila l’Associazione RiGuarda di Padula quale ente convenzionato con il Banco Alimentare della Campania.

 «Proponiamo anche quest’ anno il gesto educativo della Colletta alimentare- dice Don Vincenzo Federico- grazie a tutti i volontari del territorio che hanno risposto al nostro appello e che alla vigilia della VII Giornata Mondiale dei Poveri voluta da Papa Francesco mettono in moto con la loro presenza una straordinaria forza di bene. La più grande forza è la carità»

«Siamo riusciti- dice Carmen Rubino referente della Colletta Alimentare per l’Associazione RiGuarda-  a coinvolgere 132 volontari che sabato 18 novembre presidieranno per tutta la giornata ben 25 supermercati distribuiti nel Vallo di Diano e nel Golfo di Policastro. Un grazie ai volontari delle Cooperative sociali Il Sentiero, Tertium Millennium, L’ Opera di un Altro, ai volontari dell’Unitalsi sezione di Padula, all’Associazione L’Aquilone, all’Associazione Parsifal e alla Fraternità del Movimento di Comunione e Liberazione di San Giovanni a Piro»

I Volontari, riconoscibili dalla pettorina arancione del Banco Alimentare, chiederanno alle persone di fare la spesa per chi è in difficoltà, donando prodotti a lunga conservazione: olio, verdure o legumi in scatola, polpa o passata di pomodoro, pasta, tonno o carne in scatola, alimenti per l’infanzia.

«I prodotti raccolti- continua Carmen Rubino saranno poi distribuiti alle 450 famiglie del Vallo di Diano che assistiamo per 365 giorno all’anno»

I Volontari, martedì 14, hanno incontrato presso la Parrocchia Sant’Alfonso Maria de Liguori il Direttore del Banco Alimentare Campania, Roberto Tuorto.  «In Campania quest’anno siete più di 5500 volontari. Un esercito. Noi siamo davanti al supermercato non solo per raccogliere cibo ma per portare una cosa che urge più del cibo che è la speranza. Noi siamo nel mondo e davanti al supermercato per dire per dire al mondo che c’è ancora chi è capace di fare un gesto di gratuità ed è questo che dà speranza ».

Stè. Mar.

I poveri sono persone, hanno volti, storie, cuori e anime. Sono fratelli e sorelle con i loro pregi e difetti, come tutti, ed è importante entrare in una relazione personale con ognuno di loro. […] Possa svilupparsi la solidarietà e la sussidiarietà di tanti cittadini che credono nel valore dell’impegno volontario di dedizione ai poveri.

[…] È una questione di giustizia che ci impegna tutti a cercarci e incontrarci reciprocamente, per favorire l’armonia necessaria affinché una comunità possa identificarsi come tale.

       Papa Francesco, Messaggio per la VII Giornata Mondiale dei Poveri

0

News


Visite mediche gratuite specialistiche e trasporti solidali: sono queste alcune delle azioni di “Oltre le Barriere” progetto di contrasto alle povertà sanitarie promosso dalla Cooperativa sociale L’Opera di un Altro e sostenuto da Fondazione con il Sud.

Ad oltre un anno dal suo avvio sul territorio dell’Ambito S10- comprendente 19 comuni (Atena Lucana, Auletta, Buonabitacolo, Caggiano, Casalbuono, Monte San Giacomo, Montesano sulla Marcellana, Padula, Pertosa, Petina, Polla, Sala Consilina, Salvitelle, San Pietro al Tanagro, San Rufo, Sant'Arsenio, Sanza, Sassano, Teggiano) la Cooperativa l’Opera di un Altro di Sala Consilina guidata da Domenico D’Amato fa un primo bilancio delle attività progettuali.

Grazie all’istituzione del Numero Verde 800 134 010 e allo Sportello sociale (attivi il martedì e il venerdì dalle 9 alle 13) sono state prese in carico ad oggi 85 persone con vulnerabilità sociale e/o con disagio psichico.

La Cooperativa sociale Tertium Millennium partner di progetto ha effettuato in un anno 126 trasporti solidali presso le strutture ospedaliere di Sapri, Battipaglia , Eboli, Vallo Lucania, Ruggi d’Aragona di Salerno, Polla, Agropoli, Cava de’ Tirreni ma anche presso l’Azienda ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli. I trasporti sono stati richiesti anche per raggiungere l’Ambulatorio solidale di Oltre le Barriere, la sede del Ser-D entrambi a Sant’Arsenio e il Distretto sanitario a Sala Consilina.

«Dall’inizio del progetto nel 2022- dice la dott.ssa Monica Capolupo, sociologa e referente del progetto per la Cooperativa sociale Tertium Millennium – abbiamo riscontrato un aumento delle richieste di trasporto. Spesso si tratta di persone over 65 non automunite e con rete familiare assente o non disponibile spesso con patologie croniche ed oncologiche. I beneficiari presi in carico vengono riaccompagnati presso il proprio domicilio».

“Oltre le Barriere” prevede diverse azioni come l’ Ambulatorio Solidale, la Raccolta Farmaco, lo Sportello di Orientamento socio–sanitario e il servizio di Cure domiciliari di primo livello.

Il progetto vede quali enti responsabili dei servizi socio-sanitari l’Asl di Salerno – Dipartimento di Salute Mentale e il Consorzio Sociale Vallo di Diano, Tanagro e Alburni e quali partner le Cooperative sociali Tertium Millennium (Cure domiciliari) e il Sentiero Onlus (Raccolta Farmaco).
0

News

Il progetto “Oltre le Barriere” promosso dalla Cooperativa sociale “L’Opera di un Altro” e sostenuto da Fondazione con il Sud con il Bando socio-sanitario 2020, entra nel vivo con l’Ambulatorio Solidale.

L’Ambulatorio solidale che prevede visite mediche specialistiche gratuite per le fasce deboli della popolazione  è una delle 5 azioni di “Oltre le Barriere” . Un progetto che rientra in un ambito di intervento sociosanitario e che si propone insieme ad un partenariato di istituzioni e di terzo settore ( Asl di Salerno, Consorzio Sociale Vallo di Diano-Tanagro e Alburni; Cooperativa sociale Il Sentiero, Cooperativa sociale Tertium Millennium) di contrastare le povertà sanitarie del territorio dell’Ambito S10. (Atena Lucana, Auletta, Buonabitacolo, Caggiano, Casalbuono, Monte San Giacomo, Montesano sulla Marcellana, Padula, Pertosa, Petina, Polla, Sala Consilina, Salvitelle, San Pietro al Tanagro, San Rufo, Sant’Arsenio, Sanza, Sassano, Teggiano).

«Grazie alla disponibilità del Comune di Sant’Arsenio e al sindaco Donato Pica- dice Domenico D’Amato presidente della Cooperativa L’Opera di un Altro-  abbiamo stabilito la sede di  “Oltre le Barriere” negli spazi a pianterreno della struttura comunale in Località San Vito. Qui convergono l’ambulatorio solidale, lo sportello socio sanitario e il punto farmaceutico. Stiamo inoltre programmando per quest’anno una serie di incontri di prevenzione da svolgere in alcuni comuni del territorio»

L’ambulatorio solidale rivolto a cittadini con vulnerabilità sociale e/o con disagio sociale e/o psichico offre la possibilità non solo di visite specialistiche di cardiologia, oculistica, endocrinologia, diabetologia, pneumologia, nefrologia, psichiatria, oncologia/senologia, dermatologia ma anche di prestazioni infermieristiche (iniezioni, misurazione della pressione arteriosa, medicazioni). Gli spazi sono stati attrezzati con lettino, carrello delle medicazioni, lampada medica, sgabello, camici, paravento, kit misurazione glicemia e colesterolo, accessori monouso, oftalmoscopio.

Per poter accedere all’ambulatorio solidale occorre rivolgersi al numero verde 800 134 010 il martedì o il venerdì dalle ore 9 alle ore 13.

Il progetto “Oltre le Barriere” ha attivato inoltre le cure domiciliari (Cooperativa sociale Tertium Millennium) e la raccolta Farmaci presso 16 farmacie del territorio (Cooperativa sociale Il Sentiero).

Nei giorni scorsi, il sindaco Pica ha fatto visita alla sede di progetto accompagnato da Domenico D’Amato e da Don Vincenzo Federico.
 

 

0

News

Il Natale si sta avvicinando e ormai si inizia a respirare l’aria di festa tipica di questo periodo. Così le cooperative sociali Il Sentiero e Tertium Millennium hanno organizzato un evento itinerante per portare il Villaggio di Babbo Natale nei paesi del Vallo di Diano, Cilento e Golfo di Policastro che ospitano i Centri SAI della rete del Sistema Accoglienza Integrazione e i servizi educativi per minori gestiti dalle due cooperative.

  Il Villaggio di Babbo Natalead ingresso gratuito, promette di stupire grandi e piccini con spettacoli di giocoleria, baby dance, gonfiabili e bancarelle di dolciumi e zucchero filato. Al centro del Villaggio l’immancabile casa di Babbo Natale dove i bambini potranno consegnare agli Elfi la propria letterina e raccontare tutti i loro desideri direttamente a Babbo Natale.

«L’inclusione e l’accoglienza sperimentata in questi anni attraverso i progetti SAI ed i servizi educativi rivolti ai bambini, hanno contribuito alla volontà di donare al nostro territorio un momento di condivisione e convivialità – commenta il Presidente della Coop. Tertium Millennium, Antonello Calandriello – I bambini saranno i protagonisti di queste giornate, accompagnati da noi adulti che abbiamo il compito di trasmettergli un messaggio positivo, ovvero, che ciò che si sogna è possibile concretizzarlo con l’impegno, il tempo e la dedizione».

Dal 5 al 22 dicembre il Villaggio di Babbo Natale farà tappa in 13 paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni portando allegria e spensieratezza in tutte le piazze.

«Il villaggio di Natale arriverà al termine di quest’anno che ci ha visti impegnati nei servizi alla persona in sinergia con gli Enti locali ed il Consorzio Sociale di zona – commenta il presidente della Coop. Il Sentiero, Fiore Marotta – Lo spirito natalizio farà da cornice ad un evento fondato sui principi di solidarietà ed inclusione, diventando un momento di confronto ed unione per le nostre comunità. L’augurio è quello di diffondere il valore del Natale per ritrovare quella serenità che solo una festa così speciale è in grado di riservare».

Ecco tutte le tappe del Tour de “Il Villaggio di Babbo Natale”

  • Ø  5 dicembre: Santa Marina – Villa Comunale;
  • Ø  6 dicembre: Scalo di Montesano s/M – Piazza Larocca;
  • Ø  7 dicembre: Buonabitacolo – Piazza Pertini;
  • Ø  9 dicembre: Bellosguardo – Piazza S. Giovanni;
  • Ø  10 dicembre: Polla – Piazza Forte;
  • Ø  15 dicembre: Sanza – Villa Comunale;
  • Ø  16 dicembre: Roscigno- Piazza Resciniti;
  • Ø  17 dicembre – Teggiano- Piazza Castello;
  • Ø  18 dicembre: Sala Consilina – Piazza Umberto I;
  • Ø  19 dicembre: Sant’Arsenio – Piazza Pica;
  • Ø  20 dicembre: Sassano –  Piazza Umberto I;
  • Ø  21 dicembre: Atena Lucana – Piazza Vittorio Emanuele;
  • Ø  22 dicembre: Padula – Piazza Sant’Alfonso.


  •  
0

News

Salute, territorio, fragilità, prossimità, cura, prevenzione. Al via “Oltre le Barriere”, il progetto di contrasto alle povertà sanitarie promosso dalla Cooperativa sociale L’Opera di un Altro” di Sala Consilina e sostenuto da Fondazione CON IL SUD con il Bando socio-sanitario 2020.

 “Oltre le Barriere” , prevede azioni di prossimità per la popolazione afferente ai 19 comuni dell’Ambito territoriale S10. (Atena Lucana, Auletta, Buonabitacolo, Caggiano, Casalbuono, Monte San Giacomo, Montesano sulla Marcellana, Padula, Pertosa, Petina, Polla, Sala Consilina, Salvitelle, San Pietro al Tanagro, San Rufo, Sant’Arsenio, Sanza, Sassano, Teggiano).

Il progetto, attuato presso la struttura comunale in Località San Vito a Sant’Arsenio, si rivolge a persone over 65 e/o “vulnerabili” che a causa di un disagio sociale e/o psichico sono lontane dai percorsi di accesso ai servizi sanitari. Obiettivo è quello di mettere in campo azioni mirate e gratuite nell’ambito della salute territoriale,  attraverso percorsi assistenziali integrati, attività di informazione, orientamento, prestazioni specialistiche, servizi alla persona e attività di promozione sociale.

Il progetto di potenziamento dei servizi sociosanitari territoriali consta di 5 azioni.

 L’ Ambulatorio Solidale (aperto 3 giorni a settimana)  prevede visite mediche con la presenza di diverse figure quali oculista, oncologo/senologo, pneumologo, cardiologo, dermatologo, endocrinologo, diabetologo, nefrologo, sociologo della salute, psichiatra. Si effettuano inoltre prestazioni infermieristiche (iniezioni, misurazione della pressione, della glicemia, medicazioni). Previsti durante la durata del progetto diversi incontri di prevenzione primaria.

Tra le azioni, la Raccolta Farmaco da effettuarsi presso le farmacie del territorio aderenti al progetto, lo Sportello di Orientamento socio–sanitario con la presenza di 2 psicologi e di 1 assistente sociale; l’Unità di strada volta a favorire l’accesso ai servizi da parte di persone prive di una rete familiare e il servizio di Cure domiciliari di primo livello. Modalità di accesso e prenotazione ai servizi saranno comunicate attraverso una costante campagna informativa. (materiale promozionale, pagine web, canali social)

“Oltre le Barriere” vede quali enti responsabili dei servizi socio-sanitari l’Asl di Salerno -Dipartimento di Salute Mentale e il Consorzio Sociale Vallo di Diano, Tanagro e Alburni.  Partner di progetto le Cooperative sociali Tertium Millennium (Cure domiciliari) e il Sentiero Onlus (Raccolta Farmaco).

« “Oltre le Barriere” – dice Domenico D’Amato presidente della Cooperativa L’Opera di un Altro – vuole andare incontro alle esigenze di cura delle persone  vulnerabili che vivono sul territorio dell’ambito S10.       Il nostro scopo, da raggiungere in 30 mesi,  è quello di intercettare coloro che per svariate ragioni sono lontani – anche fisicamente- dai servizi di cura e di prevenzione. Penso che dobbiamo essere “prossimi” alle tante situazioni di fragilità del nostro tessuto sociale. Ringraziamo vivamente Fondazione con IL SUD per aver creduto nei nostri obiettivi ».

“Oltre le Barriere” verrà presentato Giovedi 15 Settembre 2022 alle ore 10,30 presso l’Auditorium Comunale “G. Amabile” a Sant’Arsenio.

Parteciperanno Domenico D’Amato e Don Vincenzo Federico della Cooperativa L’Opera di un Altro, Pasquale Vastola Direttore Distretto Sanitario 72 Sala Consilina/Polla, Giulio Corrivetti Direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl di Salerno, Antonio Florio Direttore del Consorzio sociale Vallo di Diano, Tanagro e Alburni, Antonio Calandriello della Cooperativa sociale Tertium Millennium e Fiore Marotta presidente della Cooperativa sociale Il Sentiero.

Sono stati invitati a partecipare i sindaci dell’Ambito S10.

0

News

“Lezioni di Felicità – Musica e Bullismo: un rapporto pericolosamente affascinante” è l’evento di animazione promosso dalla Cooperativa sociale Tertium Millennium nell’ambito del progetto I.T.I.A “Avventura Infinita” del Piano di Zona S9 che coinvolgerà le piazze di tutti i Comuni dell’ Ambito durante quest’estate 2022.

L’iniziativa, condotta da Dj Marco Montefusco dell’Associazione Studio 76, toccherà tutti i Comuni dell’Ambito S9, avrà inizio a partire da lunedì 18 luglio e si concluderà a metà settembre.

Le attività della durata di due ore vedranno momenti di spettacolo e momenti di riflessione con il coinvolgimento attivo dei ragazzi e delle ragazze.

«L’iniziativa – dice il Presidente della Cooperativa sociale Tertium Millennium Antonello Calandriello – rientra nell’Azione A del progetto I.T.I.A “Avventura Infinita” dedicata a servizi di educativa domiciliare e territoriale apportando un ulteriore valore aggiunto ad servizio che ha riscosso un grande entusiasmo sul territorio». L’idea di portare “Lezioni di Felicità” sul territorio è stata fortemente condivisa con Gianfranca Di Luca, coordinatrice del Piano sociale di Zona S9, che ha visto in questa iniziativa un momento di novità, di brio, ma soprattutto l’immediatezza di raggiungere tutti i giovani attraverso la musica per affrontare tematiche complesse come il bullismo.

«Gli eventi si svolgeranno nelle piazze – afferma Gianfranca Di Luca – in un rapporto diretto e “prossimo” con i giovani, ma sono sicura che anche chi ha qualche anno in più non si risparmierà nel lasciarsi travolgere da questa iniziativa».

“Lezioni di felicità” si è già svolto nelle piazze di San Giovanni a Piro, Capitello di Ispani, Roccagloriosa, Torraca.

Continuerà ancora secondo il seguente calendario

Celle di Bulgheria (9 agosto), Rofrano (22 agosto), Torre Orsaia (23 agosto),Casaletto Spartano (24 agosto),Caselle in Pittari (29 agosto), Santa Marina (30 agosto),Morigerati (31 agosto), Centola (1 settembre), Vibonati (5 settembre), Camerota (12 settembre), Sapri (15 settembre).

0

News

Continua il dialogo tra scuola e sistema di accoglienza: oltre 70 le certificazioni di livello A2 rilasciate dal CPIA (Centro provinciale Istruzione Adulti)di Salerno in seguito agli esami sostenuti dai migranti accolti nella rete SAI.

L’anno 2021/2022 ha visto nuovamente protagonisti i ragazzi, minori stranieri non accompagnati del progetto SAI (Sistema di accoglienza e Integrazione) MSNA di Padula articolato nelle comunità di (Atena Lucana, Montesano sulla Marcellana, Santa Marina, Polla).

Grazie alla oramai consolidata collaborazione con il CPIA di Salerno- Sede distaccata di Eboli- ,  quest’anno, 28 giovani migranti hanno ottenuto la certificazione di livello A2. « Grazie al CPIA di Salerno e alle docenti coinvolte nei nostri progetti SAI- dice Rosa Petraglia referente del Progetto SAI MSNA- abbiamo dato la possibilità ai ragazzi accolti di apprendere la lingua italiana e di acquisire una certificazione utile per un più completo processo di integrazione sul territorio». Altri 8 beneficiari sempre di minore età hanno invece svolto l’esame di scuola secondaria di primo grado presso gli istituti comprensivi ad Atena Lucana, Teggiano, Montesano sulla Marcellana.

Hanno conseguito la certificazione A2 anche 5 beneficiari del SAI di Padula, 13 del SAI di Roscigno, 6 del SAI di Polla e 2 del SAI di Vibonati e 2 del SAI di Santa Marina, (Cooperativa sociale Tertium Millennium) 3 del progetto SAI di Bellosguardo-Sacco-Roccadaspide (Cooperativa sociale Il Sentiero). Qui si sono svolti per 3 beneficiari anche gli esami di terza media.  Ad Eboli, nella Piana del Sele, sono stati 14 i beneficiari del SAI di Eboli (Opera di un Altro, Sentiero, Tertium ) a conseguire l’attestato A2.

 «A conclusione di questo anno scolastico- dichiara Maria Montuori dirigente scolastico del CPIA di Salerno – confermo lo straordinario e singolare lavoro di sinergia del Cpia di Salerno – sede associata di Eboli con le educatrici delle cooperative sociali Tertium Millenium e Il Sentiero. Le convenzioni poste in essere hanno consentito ai beneficiari di poter seguire i corsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana curati dalla docente Vincenza Pucciarelli con il rilascio degli attestati A2. Questo lavoro è diventato nel corso negli anni sempre più incisivo e i risultati ottenuti ci spingono a rafforzare sempre di più questa presenza sul territorio per garantire a tutti il diritto allo studio».

Stefania Marino

0

News

“Comunità Educanti” è il titolo dell’incontro che si svolgerà Martedì 5 Luglio 2022 alle ore 18,30 presso la Corte della Spezieria della Certosa di San Lorenzo a Padula e a cui prenderà parte Elena Bonetti, Ministra per le Pari Opportunità e  la Famiglia.

L’evento, organizzato dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, dal Comune di Padula e dalle Cooperative Sociali “Tertium Millennium”, “Il Sentiero” e “L’Opera di un Altro” è una conversazione a più voci sulla rete delle comunità educanti, sulle politiche integrate e sulle progettualità messe in campo per il benessere sociale ed educativo dei minori.

Dopo i saluti di Michela Cimino Sindaca del Comune di Padula, di Tommaso Pellegrino Consigliere regionale nonché  Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e di Don Vincenzo Federico parroco di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori a Padula, prenderanno la parola Angelica Saggese Coordinatrice regionale di Italia Viva,  Marta Ragozzino Direttrice regionale Musei Campania, Tiziana D’Angelo Direttrice del Parco Archeologico di Paestum e Velia, Giusy Abbatemarco Consigliera delegata alle Pari Opportunità del Comune di Padula, Mons. Antonio De Luca Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro.

L’incontro vede un focus sui progetti di contrasto alla povertà educativa finanziati dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia nell’ambito degli avvisi pubblici “EduCare” ed “Educare Insieme” ed attuati sul territorio del Vallo di Diano. Al dibattito interverranno Fiore Marotta presidente della Cooperativa sociale “Il Sentiero”, Antonello Calandriello presidente della Cooperativa sociale “Tertium Millennium” , Domenico D’Amato presidente Cooperativa sociale ” L’Opera di un Altro”.

Le conclusioni sono affidate a Elena Bonetti, Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia.




0

News

Lunedì 20 Giugno, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato indetta nel 2000 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, la Cooperativa sociale “Tertium Millennium” ente gestore dei progetti SAI di Vibonati e Santa Marina, promuove un incontro di sensibilizzazione sul tema dell’accoglienza e dell’integrazione nel Golfo di Policastro.

Una conversazione a più voci, con lo sguardo sul mare, per raccontare percorsi di vita interrotti dalle migrazioni forzate, storie di famiglie costrette a lasciare il proprio Paese a causa di conflitti armati, storie di donne e di madri, di sbarchi, di lutti, ma anche storie di incontri, di accoglienza, di amicizia, di opportunità e di ripartenza.

L’appuntamento è alle ore 18 presso la Piazzetta Torre Petrosa a Villammare (Vibonati). Dopo i saluti istituzionali di Manuel Borrelli , sindaco di Vibonati e di Giovanni Fortunato sindaco di Santa Marina, interverrà Antonio Calandriello Presidente della Cooperativa sociale “Tertium Millennium” . «I progetti SAI (Sistema di accoglienza e integrazione) del Ministero dell’Interno che si attuano in sinergia con gli enti locali e il terzo settore – dichiara Calandriello- sono già attivi da diversi anni su questo territorio, – dal 2014 a Santa Marina e dal 2017 a Vibonati (15 posti categoria ordinari) – e prevedono l’accoglienza di nuclei familiari.  Negli anni, abbiamo accompagnato diverse famiglie migranti nei percorsi di istruzione e di formazione professionale attraverso specifici tirocini formativi, famiglie che  si sono poi stabilite sul territorio con in tasca un titolo di studio e un contratto di lavoro.»

Al dibattito interverrà Fiore Marotta, Presidente della Cooperativa sociale” Il Sentiero” ente gestore del progetto SAI MSNA di Padula  sul tema dei minori stranieri non accompagnati. A seguire, Vincenzo Giuliano, Garante Infanzia e Adolescenza della Regione Basilicata.

Antonella Lombardi coordinatrice dei progetti SAI di Santa Marina e Vibonati affiancherà le testimonianze dirette di migranti giunti nel nostro Paese dal continente africano ed asiatico, di rappresentanti del mondo della scuola, dello sport e dell’imprenditoria. E proprio al tema del lavoro si allaccia l’intervento di Don Vincenzo Federico che attraverso un excursus storico porrà in evidenza le “buone notizie” di integrazione scolastica e lavorativa.

Alla conversazione prenderà parte Gianfranca Di Luca Coordinatrice del Piano di Zona S9 sul tema dell’arrivo dei cittadini ucraini sul territorio del Golfo di Policastro.

Le conclusioni sono affidate all’europarlamentare Franco Roberti, sul tema del ruolo dell’Europa nelle  politiche di accoglienza dei migranti.

Alla manifestazione parteciperanno famiglie ospitate a Policastro Bussentino, nel centro storico di Vibonati e i ragazzi della Comunità “Lo scrigno del Platano” nel borgo di Santa Marina afferente al progetto SAI MSNA di Padula.

Prima e durante l’evento, poco distante, saranno installati giochi gonfiabili per i bambini e le bambine presenti.




0